Home / Fotografia / Sebastiao Salgado: 5 lezioni sulla fotografia
sebastiao salgado fotografia in bainco e nero

Sebastiao Salgado: 5 lezioni sulla fotografia

Sebastiao Salgado: 5 lezioni sulla fotografia

Sebastiao Salgado decide di diventare fotografo proprio all’indomani di uno di suoi viaggi in Africa, commissionatogli dalla banca di investimento parigina per la quale lavorava.

Esattamente nel 1973. Per quasi trent’anni, gira il mondo con in mano la sua fotocamera da 35 mm (prima Leica, poi Pentax e infine, con l’avvento del digitale, una Canon 1Ds Mark III), realizzando reportage in tutti i cinque continenti, ma focalizzando la sua attenzione prettamente sull’America Latina e sull’Africa.

Grazie alla profonda sensibilità umana e artistica del fotografo, i reportage da lui firmati fanno il giro del mondo e le sue pubblicazioni riscuotono un successo planetario.

“Fino ad allora, l’unico animale che avevo fotografato era stato l’uomo: era arrivato il momento di immortalare tutti gli altri animali. Volevo fotografare panorami ma anche lo stesso uomo in ciò che era all’origine, cioè immerso nella natura”.

Sebastiao Salgado è certamente uno dei fotografi che può aiutarci a migliorare la nostra fotografia. Ecco le 5 lezioni che possiamo imparare da lui.

1. Racconta in bianco e nero

Salgado interpreta la presenza del colore come un elemento di disturbo sulla vera bellezza dei soggetti.

Se il nostro obiettivo è quello di raccontare una storia, l’uso del bianco e nero può essere davvero utile. L’importante è pensare ad una fotografia in bianco e nero già prima di scattarla.

2. Sii paziente

“Chi non ama aspettare, non può diventare fotografo” questa è una frase di Sebastiao Salgado che scrisse in un suo libro mentre cercava di fotografare una tartaruga gigante alle Galapagos.

Nella fotografia di reportage, la fretta è cattiva consigliera e portatrice di cattivi scatti.

Sii paziente, muoviti intorno alla scena, cambia l’angolazione e varia il tuo punto di vista.

3. Valuta la forza dei tuoi soggetti

E’ brutto tornare a casa e scoprire che i nostri scatti corrispondono solo in minima parte allo spettacolo della natura a cui abbiamo assistito.

Per questo è importante concentrarsi su alcuni aspetti della scena e donargli il valore che si merita.

4. Sfrutta la tua esperienza

Trai vantaggio dalla tua esperienza, qualsiasi sia la tua età, cerca di afferrare particolari che tutti gli altri non possono cogliere.

Sebastiao Salgado ti insegna proprio che grazie al quotidiano puoi crescere come fotografo.

5. Progetta a lungo termine

Dopo aver capito il tema che vuoi affrontare, pianifica i tuoi viaggi e le tue uscite, senza farti prendere dalla frenesia di concludere il progetto.

Guarda Anche

Stampe quadri primavera: dai colore e tono alle tue pareti

Stampe quadri primavera: dai colore e tono alle tue pareti Se stai ristrutturando casa proprio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *